Una tassa odiosa e le Compagnie ladre legalizzate

Boom di polizze contraffatte nell’ultimo periodo: siamo sicuri che i truffati siano sempre vittime e basta?

La polizza RC Auto, per il fatto di essere obbligatoria, è da molti percepita come una “tassa odiosa”.

E visto che devi PER FORZA fare un’assicurazione allora anche le Compagnie, complici i governi, sono delle organizzazioni criminali legalizzate.

Se non vi fosse una legge che obbligasse il proprietario dell’auto a stipulare una polizza assicurativa probabilmente gli “assicurati” in Italia sarebbero molto pochi.

L’italiano medio è uno dei più sottoassicurati d’Europa. La maggior parte delle persone che decidono di stipulare un’assicurazione non obbligatoria lo fa dopo aver subito un sinistro. Un’altra buona parte dopo che il sinistro è stato subito da qualcuno a loro vicino (un parente, un amico).

I danni imprevisti sono poco percepiti. E si crede sempre che le disgrazie capitino solo agli altri.

Per cui molti si limitano alle coperture obbligatorie e basta. E, comunque, quando pagano il premio lo fanno con lo sviscerale fastidio con il quale si paga il pizzo.

Qualche imprecazione, tanta rabbia ed il più delle volte la cosa si chiude lì.

Poi però, in alcune persone, s’insinua un velato pensiero. Una sorta di desiderio di riscatto e rivalsa. Quasi un’aspettativa di vendetta verso il SISTEMA.

In alcuni diventa un semplice desiderio occasionale. Come un peccato di gola durante una dieta.

banda-bassotti

In altri molto più che una semplice debolezza, come una scappatella extra coniugale.

Ma in un gruppo di persone, e chi lo sa quanti, si scatena qualcosa che è molto di più. Un qualcosa che è dentro di loro, nella natura, celata magari per anni. Ma viva.

Una natura oscura, che si mostra ogni volta che si apre la possibilità di una scorciatoia. Ogni volta che può essere trovato un trucco, un mezzuccio per “crackare” un sistema che è cattivo e che quindi in fondo se lo merita.

Poco importa se facendolo, passano sopra le persone oneste. Poco importa se facendolo non fanno altro che essere peggio di un sistema che è “marcio” perché così lo definiscono loro per giustificare una oscura natura abbietta.

L’idea che le Compagnie fregano e quindi alla prima occasione cerco di fregarle io è un’idea non così poco comune.

Una volta si aveva l’amico carrozziere, il “CUGGINO” dell’infortunistica o chissà quale parente che, in qualche maniera, gonfiava un sinistro quando se ne presentava l’occasione.

Ma questa sono i piccoli peccatucci che di certo non hanno mai ammazzato nessuno.

No, io mi riferisco a quel gruppo di persone che ha alzato il tiro finendo vittime di un SISTEMA DELLA TRUFFA ben peggiore dei “ladri legalizzati” rappresentati dalle Compagnie assicurative.

Non sto dicendo che i truffati in realtà sono della stessa pasta dei truffatori.

Questo sarebbe ingeneroso e non veritiero, soprattutto per quelle tante persone, magari anziane, che in buona fede si sono fatte fregare.

ivass

Ma pochi giorni fa è l’IVASS, l’istituto di vigilanza delle assicurazioni, ha pubblicato un interessante bollettino dove si segnalavano alcune polizza contraffatte emesse da “fantomatici” gruppi assicurativi.

Tre erano gli intermediari “on line” interessati dal provvedimento:

www.galloassicurazioni.com, www.assipuntodrive.com e www.brokeriamo.it

che spesso avevo trovato su Facebook pubblicizzare polizza RC auto super scontate. Ma guarda un po’.

Ecco le segnalazioni di polizze contraffatte del 2016.

– 14 gennaio 2016. E’ stato segnalato un caso di commercializzazione di polizza rc auto temporanea contraffatta intestata alla società BTA INSURANCE COMPANY SE con sede in Robert – Bosch – Straße 6 – 64807 Dieburg ( Germania), non autorizzata in Italia all’esercizio dell’attività assicurativa.

– 18 gennaio 2016. Sono state segnalate polizze fideiussorie contraffatte intestate a GABLE INSURANCE AG impresa assicurativa con sede legale in Liechtenstein.

– 19 gennaio 2016. Sono state segnalate polizze rc auto contraffatte intestate a HASICSKÁ VZÁJEMNÁ POJIšT’OVNA, A.S. società della Repubblica Ceca abilitata all’esercizio dell’attività assicurativa in Italia nel ramo rcauto limitatamente alla responsabilità civile del vettore. L’impresa, quindi, non è abilitata a rilasciare polizze per la responsabilità civile auto obbligatoria.

– 2 febbraio 2016. Sono stati segnalati in particolare nella zona di Napoli casi di commercializzazione di polizze r.c. auto contraffatte, intestate alla società T.U.I.R. WARTA S.A., impresa assicurativa con sede legale in Polonia che è abilitata ad operare in Italia nel ramo rc. auto, ma limitatamente alla responsabilità civile del vettore. L’impresa, quindi, non è abilitata a rilasciare polizze per la responsabilità civile auto obbligatoria.

– 12 febbraio 2016. Sono stati segnalati altri casi di commercializzazione di polizze fideiussorie contraffatte intestate a T.U.I.R. WARTA S.A.

– 21 marzo 2016. Sono stati segnalati, soprattutto nella regione Campania, casi di commercializzazione di polizze r.c. auto contraffatte di Great Lakes Reinsurance (UK) SE.

– 4 aprile 2016. L’’impresa di assicurazione inglese China Taiping Insurance (UK) Co. Ltd ha reso noto di aver riscontrato un numero di polizze fideiussorie contraffatte intestate a proprio nome.

– 23 maggio 2016. L’’impresa di assicurazione inglese Aig Europe Limited ha reso noto di aver riscontrato una polizza a copertura degli infortuni di un Istituto Scolastico Paritario nella Provincia di Napoli contraffatta intestata a proprio nome.

– 14 giugno 2016. L’l’impresa di assicurazione COLONNADE INSURANCE S.A. ha segnalato di aver riscontrato due proposte di polizze fideiussorie contraffatte a proprio nome.

– 8 agosto 2016. L’impresa di assicurazione Grazer Wechselseitige Versicherung Aktiengesellschaft ha reso noto di aver riscontrato alcune polizze vita contraffatte a proprio nome.

– 20 ottobre 2016. L’Autorità di vigilanza rumena (ASF) ha comunicato che sono stati riscontrati tre casi di commercializzazione in Italia di polizze fideiussorie contraffatte intestate a: COMPANIA DE ASIGURARI – REASIGURARI EXIM ROMANIA SA, impresa assicurativa con sede legale in Romania che, pur essendo abilitata ad operare in Italia in regime di libera prestazione di servizi, ha comunicato di aver sospeso la sottoscrizione di nuove polizze in Italia.

Se le polizze “taroccate” fossero state dell’Unipol, delle Generali o di AXA potrei anche pensare alla buona fede di chi le ha acquistate.

Ma se acquisti una polizza della Grazer Wechselseitige Versicherung Aktiengesellschaft oppure cerchi una fideiussione dalla COLONNADE INSURACE davvero vorresti fammi credere che sei stato “imbrogliato”?

Alla stessa stregua con cui puoi dirti imbrogliato se il nigeriano in spiaggia ti ha venduto una borsa di PRADA credendola originale.

Ricordati una cosa: un assicurato “corretto” difficilmente sarà “truffato”. Perché sa benissimo che le Compagnie assicurative (tutte) non sono delle ONLUS. Che le Compagnie Assicurative sono lì per guadagnare.

L’assicurato “corretto” paga e poi (giustamente) si aspetta un servizio. Se non è buono lo cambia. Come farebbe con qualsiasi altro servizio.

L’assicurato “corretto”, anche solo a naso, fiuta il truffatore lontano un chilometro. E capisce se chi ha di fronte è un imbroglione o un vero professionista.

L’assicurato “scorretto”, invece, cerca scorciatoie e attiva mezzucci per “gabbare il sistema”. Ma proprio per questo finisce vittima di chi è ancora peggio di lui. E quindi viene truffato.

Chi si fa abbindolare da qualche “facile” promessa assicurativa di polizza ultrascontata con “improbabili” compagnie straniere forse non è sempre semplicemente uno sprovveduto.

Sono più propenso a pensare che sia qualcuno che, se facesse l’assicuratore, non si farebbe scrupoli a proporre la polizza truffa di cui lui stesso è vittima.

Ilie Rizzato

P.S.: se vuoi capire meglio come difenderti dai pericoli del mondo assicurativo e come mantenerti “lontano” dai disonesti allora comincia da qui ==>http://www.ilierizzatoinsurance.it/risorse-gratuite/

Lascia un commento
Metti "Mi piace" e condividi
Share