Imposte RC Auto: anche Padova si adegua

Dal primo marzo anche in provincia di Padova l’aliquota d’imposta sull’RC Auto passa dal 12,5% al 16% allineandosi ad altre province.

In tempi di aumenti non ci facciamo mancare nemmeno l’ultimo piccolo salasso. Il Consiglio Provinciale di Padova, infatti, ha fatto scattare dal primo marzo l’aumento delle imposte sull’RC Auto che passano dal 12,5% al 16%. Un balzo di ben 3,50 punti percentuali, che allinea l’aliquota padovana a quelle di Venezia e Vicenza. Un po’ più bassa Treviso (15%) che lo scorso anno, dopo un iniziale aumento al 16%, ha deciso di ridurre di un punto. Resta, invece, al 12,5% quella di Rovigo.

Una piccola buona notizia arriva, intanto, dall’AIBA, l’associazione italiana Broker: un recente studio di Check-it -Auto ha stabilito che la tariffa media è rc_auto_aumentidiminuita del 4,9%.  “Il calo delle tariffe Rc Auto per gli autoveicoli e la ritrovata redditività del comparto è un segnale importante che va sottolineato”, afferma il Presidente dell’AIBA, Francesco G. Paparella. “Tuttavia le coperture assicurative auto continuano a essere le più care d’Europa. Il mercato è caratterizzato dall’assenza di innovazione nei prodotti e dalla scarsa flessibilità dell’offerta. Nonostante i molteplici interventi normativi il fenomeno delle frodi non accenna a diminuire e i risarcimenti per i sinistri con lesioni di modesta entità, seppure in calo, si mantengono su valori elevati”. (Fonte: assinews.it)

Qualcosa, dal punto di vista legislativo, si sta muovendo. L’introduzione del Contratto Base RC Auto, la diffusione delle scatole nere (Unibox per Unipol) e la possibilità di libera collaborazione tra intermediari potrebbero essere strumenti utili per riportare le tariffe a medie più europee e meno amare…

Ilie Rizzato

Lascia un commento
Metti "Mi piace" e condividi
Share